il Capo

Palermo, il mercato del Capo

Il Capo è un noto quartiere e mercato storico di Palermo. Ancor oggi animatissimo mercato alimentare; i colori e l’animazione delle bancarelle ne caratterizzano la forte vivacità. Attivo tutti i giorni della settimana, offre la possibilità di acquistare soprattutto generi alimentari ma non mancano anche altri generi di mercanzie.

Il mercato del Capo si estende lungo le via Carini e Beati Paoli, la via di Sant’Agostino e la via Cappuccinelle. L’ingresso principale, recentemente restaurato è quello di Porta Carini, così chiamato per l’esistenza della settecentesca porta, riedificata riferendosi all’originale del quattrocento.

Quartiere popolarissimo, quello che gravita attorno al mercato, si formò in età musulmana, oltre il corso del Papireto, ed era abitato dagli Schiavoni, pirati e commercianti di schiavi.

Palermo, il mercato del Capo

Per definizione il mercato del popolo di Palermo, ha saputo mantenere con il suo intricato labirinto viario l’aspetto proprio di un suk orientale, dove trasuda opulenza e magnificenza, ma nello stesso momento, scadimento e limitatezza, prologo grandioso di proteine e vitamine, carboidrati e calorie mascherate da ogni sorta di genere commestibile, dove l’immancabile folla di acquirenti si sofferma ad osservare, tastare (assaggiare) pattuire e, se è il caso, accattari (comprare).

Palermo, il mercato del Capo

Tra la folla si confondono i venditori ambulanti che propongono ai passanti le specialità tipiche della cucina di strada palermitana. Soprattutto “sfincione e “sfincionellocauru e “ scarsu r’uogghiu e chiinu i privulazzu”.

Contrariamente a quanto sta avvenendo alla Vucciria, il mercato del Capo, soprattutto perchè posizionato urbanisticamente in un luogo piu accessibile, almeno secondo i canoni piu moderni dell’acquirente tipo (che deve trovare parcheggio nei pressi), seppur tra mille difficoltà continua a vivere una vita serena. Affollato com’è giornalmente da venditori ed acquirenti la sua voce continuerà a risuonare ancora nel tempo e negli stretti vicoli della nostra vecchia e cara Palermo.

Palermo, il mercato del Capo

Non può mancare in un quartiere popolare come quello del Capo una profonda tradizione e devozione religiosa. Tra tutte, la più importante è quella che riguarda la Modonna della Mercede la cui festa si celebra ogni anno a fine settembre. I festeggiamenti, che negli anni diventarono sempre più sfarzosi e partecipati, vennero definiti “il secondo festino di Palermo”. La festa della Madonna della Mercede al Capo risale all’epoca in cui i padri mercedari nel 1463 vennero a Palermo, ma si intensificò quando nel 1813 fu realizzata la statua della Vergine che subito affascinò i fedeli del quartiere.

Palermo, mercato del Capo

Piccola curiosità: davvero singolare è il nome di alcune strade che si trovano nei pressi del Capo. Tra queste: via Sedie volanti, via Scippateste e via Gioia mia.

Palermo, il mercato del Capo

Foto: Angelo Trapani

Fonti:

wikipedia
palermoweb

Comments
6 Responses to “il Capo”
  1. Giuseppe Romano ha detto:

    Meravigliose

    • angelotrapani ha detto:

      Grazie Giuseppe 🙂

  2. sandrine ha detto:

    Bellissime foto! la potenza del bianco e nero… Angelo mi puoi dire che tipo di macchina usi, mi interesso sempre di più alla fotografia ma scegliere una macchina per iniziare non é facile, é una vera giungla fra Nikon, Canon eos ecc. Mi piacerebbe tanto fare del bianco e nero, ritratti… Scusa per mio italiano, sono francese ma vivo qui in sicilia e spero di avere l’opportunità di vedere le tue opere a Palermo… Ciao!

    • angelotrapani ha detto:

      Ciao Sandrine, il tuo italiano è perfetto! proverò a rispondere al tuo quesito con una frase divenuta celebre di un grande maestro della fotografia, Henri Cartier-Bresson:
      “E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa.”
      quindi non importa quale macchina sceglierai, il mezzo ti permetterà comnque di scattare delle fotografie… sarai tu che dovrai metterci il cuore, l’anima e il sentimento per realizzarne di buone.
      Un forte abbraccio e in bocca al lupo!
      Grazie per il passaggio
      Angelo

  3. Sandrine ha detto:

    Grazie Angelo per la tua risposta… Almeno non saro costretta a spendere una fortuna per vivere mia passione, buona cosa per me! Ti auguro una buona settimana e spero veramente vedere una mostra tua al più presto… Ciao!

    • angelotrapani ha detto:

      Di nulla Sandrine, è stato un vero piacere!
      A presto
      Angelo

      p.s.: se non lo hai già fatto, ti invito a visionare il mio nuovo progetto su http://www.angelotrapani.altervista.org/galleria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Disclaimer
    Tutti i testi e le immagini contenuti in questo blog sono proprietà intellettuale di Angelo Trapani, ad esclusione di quelli di cui è citata la fonte o che fanno parte del pubblico dominio.
    E' assolutamente vietata la riproduzione anche parziale di testi e fotografie e altri contenuti multimediali, fatti salvi i casi di esplicita autorizzazione dell'autore, che prevederà comunque la citazione obbligatoria della fonte.

    © Angelo Trapani 2010


  • Like This!

  • www.angelotrapani.altervista.org/galleria
  • http://photoshooters.altervista.org
  • Edizioni Qanat
  • PalermoPhotoWorld
  • http://blog.danieletrapani.it/
  • www.nicobastone.com
  • www.potpourrimensile.com
  • www.micromosso.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: