RAW e DNG

Il RAW ovvero il “formato grezzo” e il “negativo digitale”

RAW : il Negativo Digitale

Il RAW è l’unico formato di file che permette di sfruttare pienamente il potenziale della fotocamera; è una sorta di “negativo digitale”, dato che fornisce un’immagine non elaborata che deve essere ottimizzata con un programma di elaborazione prima di essere stampata o pubblicata su internet.

Le Caratteristiche del RAW

Un nome, molti formati : attualmente, ci sono più di venti formati RAW, dato che ogni casa produttrice usa un formato RAW proprietario: per esempio, il RAW della Canon è .crw, il RAW Nikon è .nef, il RAW Olympus è .orf, ecc.

Qualche anno fa Adobe ha annunciato il DNG, un formato RAW “aperto” che potrebbe diventare lo standard nei prossimi anni. Al giorno d’oggi, ci sono tre case produttrici che usano il DNG come RAW: Leica, Ricoh e Hasselblad.

File non elaborati : i file RAW sono quasi completamente non elaborati; potete cambiare i tutti i parametri della fotocamera (contrasto, nitidezza, spazio colore, bilanciamento del bianco, ecc.) quando aprite il file con il vostro programma di elaborazione. Questo è uno dei grandi vantaggi del RAW: per esempio, se applicate accidentalmente uno sharpening esagerato con la fotocamera, è possibile correggerlo. Col JPEG, invece, non c’è nessun modo per correggere un eccessivo sharpening applicato in-camera o altri errori.

Dimensioni dei file : i file RAW sono più pesanti dei JPEG, ma attualmente ci sono schede di memoria economiche e di grande capacità.

Ampia profondità di bit : il formato RAW di solito ha 12 bit, e in alcuni casi anche 16 (il JPEG, invece, ha 8 bit). La profondità di bit è un importante attributo di ogni formato d’immagine; definisce quanti bit vengono usati per create un colore, e quindi quante tonalità di colore possono essere rappresentate.
I bit sono le unità basilari dell’intero mondo digitale. Un computer può comprendere solo due valori : 0 (spento) e 1 (acceso); un bit è proprio questo : uno 0 o un 1. Per ottenere più valori è necessario combinare più di un bit (nota: una combinazione di bit è detta byte). Con due bit si hanno quattro (2²) valori : [0,0]; [0,1]; [1,0]; [1,1]. Tre bit corrispondono a 2 alla terza -> 8 valori, 4 bit ->16 valori,ecc. Una profondità di bit comunemente usata è 8 bit, che ha 256 valori (per esempio, il JPEG è un formato ad 8 bit). Altre profondità di bit utilizzate in fotocamere e scanner sono 12 bit (4096 valori) e 16 bit (65536 valori).
Questi valori si riferiscono ad un solo canale di colore: se prendete in considerazione tutti i tre canali (rosso, verde e blu), avete 16,8 milioni di tonalità con un’immagine a 8 bit, mentre un’immagine a 16 bit ha 281474,9 miliardi di tonalità! L’ovvio vantaggio di un’alta profondità di bit è che rende possibile rappresentare tonalità di colore molto più fini, e fare correzioni più precise durante l’elaborazione. Inoltre, è necessaria un’ampia profondità di bit per registrare l’intera gamma dinamica che la fotocamera è in grado di riprendere.

Quando Usare il RAW

Se fate fotografia naturalistica, dovreste usare il RAW come formato della fotocamera. Il JPEG è ottimo per l’uso su internet, ma non dà la stessa qualità del RAW. I fotografi di sport e i foto-giornalisti possono rinunciare a un pò di qualità in cambio del workflow più veloce dato dai JPEG, ma per i fotografi naturastiti non c’è nessun buon motivo per usare il JPEG in-camera.

Il workflow per il RAW non è così complicato come si potrebbe pensare. E’ sufficiente aprire il RAW con un convertitore RAW; io consiglio ACR (Adobe Camera RAW). Non usate i valori “Default”, cioè quelli suggeriti dal programma!
Impostate tutti i controlli su valori medi, con alcune eccezioni: se la foto è molto sottoesposta o sovraesposta, usate il controllo Exposure per dare la giusta luminosità alla foto. Impostate sempre i controlli “Sharpness” e “Noise Reduction”, contenuti nella tabella “Detail”, su 0. Infine, aprite la foto in modalità 16 bit / Adobe RGB.

Di fatto, grazie al formato RAW si spostano molto piu avanti i limiti del postwork, permettendo a quest’ultimo in fase post scatto un piu completo e preciso intervento sulle immagini

Da Adobe® il formato DNG Digital Negative

I formati di file RAW stanno diventando sempre più conosciuti nei flussi di lavoro della fotografia digitale perché consentono ai creativi professionisti un maggior controllo sui propri progetti. Tuttavia, le fotocamere utilizzano spesso formati diversi, le cui specifiche non sono sempre disponibili. Ciò significa che non tutti i file RAW possono essere letti da tutte le applicazioni software. Di conseguenza, l’utilizzo di file RAW proprietari come soluzione di archiviazione a lungo termine può risultare rischioso e la condivisione di tali file attraverso flussi di lavoro complessi estremamente difficile.

Esiste una soluzione a questo problema in continua crescita? Il formato Digital Negative (DNG) è un formato di archiviazione disponibile pubblicamente per i file RAW generati dalle fotocamere digitali. Il formato DNG colma la mancanza di uno standard aperto per i file RAW creati dai singoli modelli di fotocamere, garantendo ai fotografi un accesso costante ai propri file.

A un anno dalla sua introduzione, numerosi produttori di software come Extensis, Canto, Apple e iView hanno sviluppato il supporto del formato DNG. Inoltre, prestigiose marche fotografiche quali Hasselblad, Leica, Ricoh e Samsung hanno lanciato sul mercato fotocamere dotate di supporto DNG diretto.

Oltre a presentare il nuovo formato Digital Negative, Adobe annuncia la disponibilità dell’applicazione gratuita Adobe DNG Converter (Windows® e Macintosh® ), che consente di convertire facilmente i file RAW di molte delle più note fotocamere attualmente in commercio.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Disclaimer
    Tutti i testi e le immagini contenuti in questo blog sono proprietà intellettuale di Angelo Trapani, ad esclusione di quelli di cui è citata la fonte o che fanno parte del pubblico dominio.
    E' assolutamente vietata la riproduzione anche parziale di testi e fotografie e altri contenuti multimediali, fatti salvi i casi di esplicita autorizzazione dell'autore, che prevederà comunque la citazione obbligatoria della fonte.

    © Angelo Trapani 2010


  • Like This!

  • www.angelotrapani.altervista.org/galleria
  • http://photoshooters.altervista.org
  • Edizioni Qanat
  • PalermoPhotoWorld
  • http://blog.danieletrapani.it/
  • www.nicobastone.com
  • www.potpourrimensile.com
  • www.micromosso.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: