Piccoli accorgimenti

Non si sa mai… sempre utili e da tenere a mente

Semplificare:

Le immagini troppo piene di elementi possono distrarre lo sguardo e rendere difficile individuare il soggetto principale. Diminuendo il numero di oggetti estranei l’osservatore focalizza più facilmente la sua attenzione sul soggetto primario. La congestione può anche essere ridotta con l’uso accorto dell’illuminazione, poiché le aree luminose attraggono lo sguardo, come pure le linee.

Avvicinarsi, più vicino, ancora di più…

Abbiamo appena visto che più si semplifica una foto, meglio si cattura l’attenzione, più diventa facile comunicare qualcosa all’osservatore. Questo scopo può essere ottenuto in un milione di modi, ma uno dei più facili ed efficaci è proprio quello di avvicinarsi al soggetto in modo da riempire l’inquadratura e quindi eliminare dallo sfondo tutto ciò che potrebbe costituire una distrazione.

Limitare la profondità di campo.

Un modo efficace per semplificare una fotografia è quello di usare una grande apertura allo scopo di limitare la profondità di campo. Con questa tecnica, usata correttamente e nella giusta ambientazione, possiamo mettere a fuoco il nostro soggetto e rendere sfocato tutto il resto.

Cambiare il punto di ripresa.

La posizione della camera può influenzare fortemente l’estetica di una immagine, modificando non solo la visuale dello sfondo, ma anche l’interpretazione del soggetto da parte dell’osservatore. Per esempio, una persona fotografata dall’alto risulta di statura inferiore al reale, mentre una inquadratura dal basso conferisce l’impressione di dominanza.

A proposito della profondià di campo

La nostra mente ha la tendenza a percepire le cose come più grandi di come sono in realtà, perciò avvicinarsi al soggetto e riempire l’inquadratura sfrutta questo meccanismo psicologico per rendere il nostro soggetto l’elemento dominante facendo quasi scomparire lo sfondo.

Linee:

Tutte le fotografie contengono linee, fisiche o immaginarie, orizzontali, verticali, angolate, spezzate, dritte o curve. Le linee contribuiscono a dare una impressione di flusso, di dinamismo, di spazio, di tridimensionalità. I loro effetti vengono accentuati dal colore, dalle tonalità, dalla luce.

La linea dell’orizzonte dà un senso di tranquillità e di profondità, linee verticali come quelle di alberi o edifici, danno enfasi al senso di altezza e maestosità, linee diagonali e convergenti suggeriscono dinamismo e vivacità, mentre le linee curve rappresentano meglio il senso di flusso e movimento.

 

Annunci
  • Disclaimer
    Tutti i testi e le immagini contenuti in questo blog sono proprietà intellettuale di Angelo Trapani, ad esclusione di quelli di cui è citata la fonte o che fanno parte del pubblico dominio.
    E' assolutamente vietata la riproduzione anche parziale di testi e fotografie e altri contenuti multimediali, fatti salvi i casi di esplicita autorizzazione dell'autore, che prevederà comunque la citazione obbligatoria della fonte.

    © Angelo Trapani 2010


  • Like This!

  • www.angelotrapani.altervista.org/galleria
  • http://photoshooters.altervista.org
  • Edizioni Qanat
  • PalermoPhotoWorld
  • http://blog.danieletrapani.it/
  • www.nicobastone.com
  • www.potpourrimensile.com
  • www.micromosso.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: