Per il 4 novembre armi (poco) convenzionali

In un periodo di crisi profonda che richiede enormi sacrifici, tra chi ha perso il lavoro, chi non ce l’ha mai avuto e chi non riesce più a tirare avanti, scopro, ma non mi stupisco, che si spendono invece milioni di euro acquistando Maserati blu per i burocrati della Difesa e organizzare festeggiamenti nazionali in pompa magna per mettere su l’annuale circo delle parate militari in tutte le nostre città. Manifestazioni che tanto servono ad alimentare nello spirito quell’orgoglio nazionale ormai perduto sotto i nostri piedi o di cui si ha solo un labile ricordo sprofondato dietro i mille pensieri di quel difficile quotidiano vivere che per tante famiglie italiane parte dal concreto problema del “cosa mettiamo in pentola oggi?”.
Sacrosanto il riconoscimento verso le nostre forze armate, nel ricordo del loro lavoro e delle tante vite umane cadute in battaglia per difendere la patria… sorvolando sui motivi che hanno trascinato il nostro popolo in guerra per ben più di un paio di volte nella storia.
Da decenni, le nostre forze armate vengono impiegate soprattutto nelle cosiddette missioni pace, che altro non sono che delle vere guerre che i nostri governanti tentano di mascherare da allegre scampagnate tra amici. In realtà si tratta di vili aggressioni ad un “nemico” lontano che non ha mai minato la nostra sicurezza o invaso i nostri confini nazionali neppure col pensiero. Per più di una volta ci siamo resi complici di queste azioni indegne, frutto di una vera politica spietata e sanguinaria verso altri popoli innocenti. Azioni, queste, avallate da governi che si dicono democratici e dalle cosiddette superpotenze che si arrogano il diritto di “vigilare” sul mondo. Azioni che vengono perpetrate sistematicamente con la scusa di difendere popoli inermi dai loro crudeli oppressori ma che in realtà sono mosse dal denaro e volute dai signori del petrolio che mirano ad acchiappare la loro fetta di oro nero, fonte di inestimabili guadagni. Azioni vili che vengono realizzate in terre lontane, fuori dal territorio nazionale, dove, almeno secondo la nostra Costituzione, le nostre forze non potrebbero neppure presenziare.
Quest’anno si celebrano i 150 anni della creazione dell’unità d’Italia e si festeggia quella tanto sospirata “unità nazionale”; oggi più che mai mi chiedo perchè l’unità del nostro popolo debba necessariamente passare attraverso l’esposizione di quelle stesse bombe e gli stessi carri armati, ancora fumanti e sporchi di sangue, messi in bella mostra sulle nostre strade… oggi, come il 4 novembre di ogni anno.

A tutto questo, io rispondo così… in modo irriverente con la mia foto… ma questo è quello che penso… fino a che mi sarà permesso di pensare!

COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
art 11

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali…

Stendiamo qui quel solito velo pietoso che ormai da tempo ci contraddistingue

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Disclaimer
    Tutti i testi e le immagini contenuti in questo blog sono proprietà intellettuale di Angelo Trapani, ad esclusione di quelli di cui è citata la fonte o che fanno parte del pubblico dominio.
    E' assolutamente vietata la riproduzione anche parziale di testi e fotografie e altri contenuti multimediali, fatti salvi i casi di esplicita autorizzazione dell'autore, che prevederà comunque la citazione obbligatoria della fonte.

    © Angelo Trapani 2010


  • Like This!

  • www.angelotrapani.altervista.org/galleria
  • http://photoshooters.altervista.org
  • Edizioni Qanat
  • PalermoPhotoWorld
  • http://blog.danieletrapani.it/
  • www.nicobastone.com
  • www.potpourrimensile.com
  • www.micromosso.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: