Sakineh, no alle pietre in nome di Dio

La vicenda di questa donna ha fatto il giro del mondo in pochi giorni: la signora Ashtiani, giudicata secondo la legge vigente nel suo paese, l’Iran, è stata riconosciuta colpevole di adulterio; la sentenza emessa ordina: morte per lapidazione.

 Sakineh Ashtiani - No alle pietre in nome di Dio

Palazzo delle Aquile - Palermo, settembre 2010 - Angelo Trapani - fotografia e reportage © 2010

C’è qualcosa di assolutamente scioccante in tutto ciò.  Sakineh, questo il nome della donna, sarà interrata fino al petto, le mani legate dietro la schiena, imbustata in un lenzuolo bianco e poi colpita da pietre, tante pietre, che devono essere di dimensioni adeguate: né troppo grandi – tali da causare una morte eccessivamente repentina – né troppo piccole – tali da non provocare danni importanti.

E’ di scarsa o nulla consolazione sapere che forse la pena di Sakineh Ashtiani potrebbe essere commutata in impiccagione, come si è vociferato da fonti iraniane non ancora confermate ufficialmente. Che muoia pestata dalle pietre o con una corda stretta intorno al collo fa in fondo poca differenza; Sakineh, semplicemente, non averebbe mai dovuto trovarsi in carcere

I Paesi in cui la pena di morte per lapidazione è prevista dalla legislazione (Afghanistan, Yemen, Arabia Saudita, Sudan, Nigeria, Emirati Arabi Uniti, Pakistan) sono infatti pressoché gli stessi per i quali l’omosessualità, l’adulterio e qualunque comportamento considerato lesivo della morale religiosa sono condannati come reati. In sostanza, sono gli stessi nei quali non vi è differenza tra peccato e reato.

– Dal Quirinale: “La sollecitazione forte del nostro Paese – ha detto Napolitano – continua a essere intensa in modo che non si compia un atto così altamente lesivo dei principi di libertà e di difesa della vita”.

 Sakineh Ashtiani - No alle pietre in nome di Dio

Palazzo Steri - Palermo, settembre 2010 - Angelo Trapani - fotografia e reportage © 2010

Aiutaci a fermare questa barbarie, firma la petizione online

Fonte: apocalisselaica.net

Foto: Angelo Trapani ©

Annunci
Comments
One Response to “Sakineh, no alle pietre in nome di Dio”
  1. Caterina ha detto:

    Che esseri umani sono e che religione dicono di profesare (se agiscono in nome della loro religione) quelli che non rispettano la vita, che attribuiscono ai cosiddetti giudici il potere di togliere barbaramente la vita, che giudicano colpevole chi , dopo tante angherie e patimenti, è riuscita a reagire all’oppressore?
    E’ loro usanza! magnifica giustificazione! Dente per dente! Bene, ma se nell’altra vita (in cui dicono di credere) anzichè trovare gioie e bagordi dovessero trovare lo statto metro? Il supplizio di Tantalo a confronto sarebbe nulla! e se poi i morsi della coscienza cominciassero a farsi sentire in questa vita? allora sì, la misura potrebbe essere considerata identica. Voi che vi sentite padroni del mondo sareste costretti a subire sofferenze forse anche più a lungo e più lancinanti della lapidazione! e le vostre colpe chi le punirà, chi vi lapiderà per tutti i vostri soprusi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Disclaimer
    Tutti i testi e le immagini contenuti in questo blog sono proprietà intellettuale di Angelo Trapani, ad esclusione di quelli di cui è citata la fonte o che fanno parte del pubblico dominio.
    E' assolutamente vietata la riproduzione anche parziale di testi e fotografie e altri contenuti multimediali, fatti salvi i casi di esplicita autorizzazione dell'autore, che prevederà comunque la citazione obbligatoria della fonte.

    © Angelo Trapani 2010


  • Like This!

  • www.angelotrapani.altervista.org/galleria
  • http://photoshooters.altervista.org
  • Edizioni Qanat
  • PalermoPhotoWorld
  • http://blog.danieletrapani.it/
  • www.nicobastone.com
  • www.potpourrimensile.com
  • www.micromosso.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: